Un Murales per Alfredino: il progetto tra memoria, speranza e solidarietà

Un tributo artistico, volto a ricordare non solo la vicenda del piccolo Alfredino, ma anche e soprattutto per dar voce all’impegno e alla dedizione che ci hanno portato oltre alla tragedia ed hanno piantato il seme della Protezione Civile Italiana. In questo consiste l’iniziativa “Un murales per Alfredino“, ideata e portata avanti da Stella Liberato, che intende impiegare l’arte come forma di memoria ed educazione delle generazioni future.

L’iniziativa è mirata a sensibilizzare i cittadini, coinvolgendo le istituzioni: per questo l’auspicio è che il Comune di Roma conceda la creazione di un’opera di street art, dedicata al piccolo Alfredo Rampi, che possa offrire testimonianza di quella che è stata una pagina molto importante della storia italiana.

Tramite il murales, i più giovani, che non seguirono la prima e più traumatica parte della storia di Alfredino quarant’anni fa, potranno avere un’occasione di informarsi e scoprire l’intera vicenda. In particolare, avranno modo di sapere che essa non si concluse in quel pozzo a Vermicino, ma che diede l’inizio ad un mondo di solidarietà e prevenzione.

Stella Liberato ha già lanciato sui social la raccolta fondi, che non si limiterà a finanziare l’opera artistica, ma devolverà parte del ricavato ai nostri progetti dedicati ai più giovani. Finora il progetto ha suscitato la solidarietà di diversi donatori, anche grazie al contributo di testate come “Oggi“, che gli ha dedicato un interessante articolo.

Qui è possibile fare una donazione: https://gofund.me/0f7b4778.

Noi vogliamo dare spazio all’iniziativa, soprattutto perché vuole promuovere “i valori fondamentali della legalità, solidarietà e competenza”, che sono alla base della nostra mission.

Speriamo presto di vedere il volto di Alfredino sorriderci da un murales della città, per ricordarci tutto quello che ci ha insegnato e quanto gli siamo debitori.