CENTRO ALFREDO RAMPI ONLUS

CENTRO ALFREDO RAMPI ONLUS

Protezione civile, Sicurezza, Educazione al Rischio, Preparazione all'Emergenza, Soccorso.

L'impegno culturale del Centro Alfredo Rampi.

Il nostro impegno culturale è incentrato sulla costruzione di una società civile rispettosa dei diritti dell’uomo, primi fra tutti quello alla sicurezza, all’incolumità, alla salute, alla protezione. Nei nostri anni di attività ci siamo battuti per affermare la prevenzione come responsabilità di tutti, la sicurezza e la manutenzione quotidiana dell’ambiente, la mappatura dei rischi che dovrebbe vedere in prima fila proprio coloro che vivono il territorio, la coniugazione stretta tra il livello microambientale del rischio e quello macroambientale. 
Con orgoglio possiamo affermare che se abbiamo una buona legge di protezione civile nel nostro Paese è anche grazie all’impegno del nostro Centro. Tale responsabilità c’è stata imposta dal drammatico evento di Vermicino che ha dato vita all’Associazione. Un evento scandaloso per l’improvvisazione e disorganizzazione dei soccorsi e per l’uso mediatico deleterio che se ne fece; ma nello stesso tempo un evento che diede una sferzata al popolo italiano, che generò un forte desiderio di riscatto. Di questo riscatto si fece portavoce l’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini, dicendo a Franca Rampi che era il momento di dare vita a un’organizzazione seria della protezione civile. Da allora siamo stati impegnati in una serie di lotte per sensibilizzare cittadini e istituzioni sulla rilevanza dei temi legati alla sicurezza e alla protezione civile e per stimolare l’impegno nel campo della prevenzione e del soccorso. 
La battaglia per la protezione civile si combatte soprattutto sul piano culturale, cioè sul piano della costruzione della consapevolezza individuale e collettiva della centralità della questione sicurezza. Sicurezza non ridotta a mero problema tecnico, giuridico, burocratico o logistico, ma arricchita dalla dimensione umana e sociale, dall’impegno in difesa dei più deboli, della natura e dell’ambiente antropico, per valorizzare e migliorare le condizioni quotidiane di vita.

Interventi con i bambini e gli adolescenti per la prevenzione degli incidenti.

Da circa 20 anni stiamo realizzando un progetto di prevenzione dei comportamenti a rischio in adolescenza all’interno del Centro di Aggregazione Giovanile "Open Rings Center" nel quartiere Prenestino di Roma, con l’obiettivo di stimolare i ragazzi a verificare le ragioni delle condotte a rischio, nella prospettiva di far maturare in loro un patto sulla sicurezza e sulla salute. Con le stesse premesse abbiamo formulato il nostro intervento di prevenzione degli incidenti nel campo dell’infanzia. Per rispondere al loro “bisogno di ambiente sicuro”, abbiamo scelto di promuovere il "Centro per la Sicurezza Urbana del Bambino". Siamo partiti dai bambini e dai giovani per poi arrivare agli adulti e rendere così il nostro progetto di sicurezza trasversale fra le generazioni. Da qui nasce il Progetto “Uso del territorio” e “Villaggio della Prevenzione e della Sicurezza” grazie ai quali siamo riusciti a sperimentare un modello d’intervento globale per la sicurezza del cittadino, capace di concentrare in una singola porzione di territorio interventi multipli di prevenzione.

L’impegno per il futuro.

Ciò che contraddistingue il Centro Alfredo Rampi è l’impegno orientato alla costruzione della sicurezza ambientale e della prevenzione dei comportamenti a rischio. È sufficiente dare uno sguardo alle pubblicazioni scientifiche dell’Associazione per documentare i risultati ottenuti e rendersi conto dell’imponenza del lavoro svolto. Adesso il futuro ci riserva nuove sfide: il coinvolgimento della popolazione nel “sistema protezione civile”. Riuscire a coinvolgere tutta la popolazione di un territorio in progetti di educazione permanente ai rischi ambientali e di gestione dell'emergenza attraverso l'applicazione dei piani comunali di protezione civile (attualmente inesistenti o lasciati nel cassetto degli amministratori tanto da diventare obsoleti). Per fare ciò occorre coinvolgere i cittadini in attività che li vedano soggetti attivi della prevenzione e del soccorso, responsabili della sicurezza del proprio ambiente e della salvaguardia della loro incolumità e della loro salute.

Centro Alfredo Rampi Onlus

via Altino 16 scala A int. 7
00183 Roma
Voce 06-77208197
Fax 06-70491567

info@centrorampi.it

info@centrorampi.it